Ancona: Frana al Trave, bagnante salvato da una motovedetta

Posted by
Condividi per favore

Frana al Trave di Portonovo, bagnante resta bloccato ed è salvato dalla vedetta della Guardia di Finanza. L’equipaggio del “B.S.O. 406” stazionava al largo del “Trave” in servizio di polizia quando ha potuto assistere in diretta alla frana che ha interessato parte del costone soprastante la spiaggia. L’area del “Trave” è interdetta alla sosta e passaggio di persone, alla balneazione e all’attracco di natanti proprio perché la falesia è a rischio crollo. La presenza del divieto e la reale sussistenza del pericolo non impedisce tuttavia che bagnanti e visitatori decidano di sistemarsi proprio in quella zona, attirati dalla suggestiva bellezza del luogo. Oggi si è sfiorata la tragedia. Intorno alle 11 una grossa massa di materiale roccioso si è staccata dalla falesia abbattendosi sulla spiaggetta sottostante, nel tratto vietato alla balneazione tra lo scoglio del Trave e la spiaggia di Mezzavalle. Al momento, sulla spiaggia interessata dalla frana erano presenti tre ragazzi,. Appena hanno visto precipitare dal monte alcune rocce, due sono riusciti a mettersi al sicuro correndo verso la spiaggia di Mezzavalle, mentre il terzo, bloccato dalla frana, si è buttato in mare. L’equipaggio delle Fiamme gialle, che aveva assistito a tutta la scena, si è immediatamente precipitato verso il ragazzo in acqua traendolo a bordo, allontanandolo dalla zona della frana e conducendolo verso la spiaggia di Mezzavalle dov’erano nel frattempo giunti i suoi amici.  (Corriere Adriatico)

Condividi per favore