Cani e cuccioli decapitati, manifestazione in programma

Posted by
Condividi per favore

Nel giro di poche ore, dal servizio delle Iene sui 4 cani uccisi e lanciati dal terrazzo di una palazzina di Foligno, è stato creato l’evento per andare a manifestare sotto casa del padrone degli animali che è l’unico indiziatto di questa triste storia. Un folignate pregiudicato che, seppur confusamente, respinge tutte le accuse. Un uomo violento di cui i vicini hanno paura e persino la trouppe delle Iene è stata  da lui minacciata di morte durante registrazione. In poche ore oltre 130 persone hanno aderito da tutto il Paese e altre 450 si dicono interessate all’evento. A far scattare la protesta è la notizia che l’accusato dell’uccisione violenta di cani e cuccioli tenga con sé un altro animale ovvero un pit-bull. Si temono altri maltrattamenti e la morte.

“Ed è per questo motivo che il Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali assieme al Partito Animalista Europeo, ha deciso di intervenire, organizzando una manifestazione sotto casa dell’uomo per il prossimo 4 novembre”: si legge nella nota del movimento. Il leader animalista Enrico Rizzi va già duro con le parole anche perchè l’uomo è ancora a piede libero e puà detenere un cane, dopo quello che è successo:  “E’ vergognoso che questo signore, se così si può definire, sia ancora a piede libero. E’ inaccettabile che nelle disponibilità di questo infame ci sia anche un’altra potenziale vittima, ovvero un povero pitbull femmina. Ritengo vergognoso tutto ciò, per questo se lo Stato non è in grado di far rispettare le leggi, ci pensaranno i cittadini a farlo. Sabato 4 novembre saremo sotto casa sua. Vedremo se riuscirà a staccare la testa a centinaia di persone inferocite”. C’è chi si organizza da Roma, chi da Firenze e chi dalla vicina Ancona.

E i toni sono duri, quelli registrati su Fb: “ma a che serve manifestare e basta, prendiamolo e infiliamogli un bastone nel culo!” “Pezzo di merda dovrebbe essere lanciato sotto un treno ma solo con le gambe per vederlo poi agonizzante” “Ragazzi invitate invitate invitate! Condividete più che potete e ditelo a tutti! Non è possibile che dall’11 settembre che è successo questo gravissimo fatto, oltre che ad essere ancora in giro, semina terrore! Ma chi è sto zero d’uomo?”. C’è chi chiede più semplicemente giustizia e chi chiede che il sindaco Nando Mismetti sia in prima linea insieme alla protesta. (PERUGIA TODAY)

Condividi per favore

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *